Opere   |   Coppia di angeli telamoni, 1460 - 75 ca.

GIORGIO DI MATTEO DA SEBENICO (attribuiti a) (Zara 1409 ca. - Sebenico 1473) e collaboratori: GIOVANNI PRIBISLAVIC (Sebenico, attivo tra il terzo e l’ottavo decennio del XV secolo circa) e ANDREA ALESSI ( Durazzo, 1425 - 1505)? - Provenienza: Parigi, collezione Georges Hoentschel (inizi XX secolo); New York, collezione J. Pierpont Morgan (1908-1912); New York, Metropolitan Museum of Art (1913-2014).

Coppia di angeli telamoni, 1460 - 75 ca.

alti cm. 96 ca

Studio critico a cura del Dr. David Lucidi

Maggiori dettagli
Condividi questa pagina su

 Bibliografia di riferimento:
- A. Pératé - G. Brière, Collection Georges Hosntschel, II voll. Paris 1908.
- A. Venturi, La scultura dalmata nel XV secolo, in “LArte”, XI, 1908, pp. 30-46; 113-129.
- J. Breck, The Metropolitan Museum of Art. Catalogue of Romanesque, gothic and renaissance sculpture, New York 1913, p. 164, nn. 173-174.
- C. Fiksovic, Jurai Dalmatinac, Zagreb 1963.
- M. D' Elia, Ricerche sull'attività di G. da Sebenico a Venezia, in “Commentari”, XIII, 1962, pp. 213-218.
- M. Montani, Jurai Dalmatinac I njegov Krug, Zagabria 1967.
- G. Marchini, Per Giorgio da Sebenico, in “Commentari”, XIX, 1968, pp. 212-228.
- L. Puppi, Appunti su G. da Sebenico architetto, in “Rivista dell'Istituto di archeologia e storia dell'arte”, XVII, 1970, pp. 154-180
- A. M. Schulz, Giorgio da Sebenico and the Workshop of Giovanni Bon, in “Radovi Instituta za Povijest Umjetnosti”, III-VI (1979-82), pp. 77-92.
- I. Chiappini di Sorio, Ancora su Giorgio da Sebenico a Venezia, in Idem., pp. 93-98.
- S. Kokole, Auf den Spuren des frühen fiorentiner Quattrocento in Dalmatiens: das toskanische Formengut bei G. da Sebenico bis 1450, in “Wiener Jahrbuch für Kunstgeschichte”, XXXII, 1989, pp. 155-167.
- I. Chiappini di Sorio, Giorgio da Sebenico, in Scultura nelle Marche, a cura di P. Zampetti, Firenze 1993, pp. 257-268.
F. Mariano, G. di Matteo da Sebenico in Ancona, in Marche e Dalmazia tra umanesimo e barocco, atti del Convegno internazionale di studio (Ancona-Osimo 1988), a cura di S. Graciotti, M. Massa, G. Pirani, Reggio Emilia 1993, pp. pp. 61-73.
- S. Štefanac, Giorgio da Sebenico, Niccolò di Giovanni Fiorentino, Giovanni Dalmata: tre protagonisti del Quattrocento dalmata nelle Marche, in Emilia e Marche nel Rinascimento. L’identità visiva della ‘periferia’, Azzano San Paolo (Bergamo) 2005, pp. 39-62.
- D. Ekserdjian, The Renaissance in Croatia & Italy: The chapel of the Blessed Giovanni Orsini, in Croatia, London 2009, pp. 98-107.
F. Mariano, Giorgio di Matteo da Sebenico e il “Rinascimento alternativo” nel ‘400 adriatico, in “Critica d’Arte”, 46/46, 2011, pp. 7-33.
- C. E. Brennan, Hoentschel’s Gotich Importance, in Salvaging the Past: Georges Hoentschel and French Decorative Arts from The Metropolitan Museum of Art, New York 2013, pp. 145-163.


Richiedi Info su Questa Opera

Compila il modulo e ti risponderemo rapidamente

Ho letto l'Privacy PolicyInformativa sulla Privacy ed autorizzo il trattamento dei dati personali